Giugno 28 2020 0Comment
collocazioni

Dare alle parole la giusta “collocazione”

Siete alle prese con la traduzione di un testo e non riuscite a rendere un concetto come vorreste perché lavorate senza sosta da giorni e siete arrivati al limite? Invece di farvi prendere dallo sconforto, staccate la spina. Concedetevi una pausa per provare a sgombrare la mente. Accendete la macchina del caffè e lasciate che l’aroma inebriante si diffonda nell’aria e vi stuzzichi le narici, dopodiché uscite a prendere una boccata d’aria e riordinate i pensieri. Bene, ora siete pronti per rientrare in pista.

Che cos’hanno in comune queste espressioni in italico? Sono tutte “collocazioni”, cioè “espressioni formate da due o più parole che per uso e consuetudine lessicale formano una unità fraseologica non fissa ma riconoscibile”. Questa definizione è presa direttamente da un volume che consigliamo a chiunque lavori con la lingua scritta e senta l’esigenza di migliorare la propria efficacia comunicativa: stiamo parlando del “Dizionario delle collocazioni – Le combinazioni delle parole in italiano”, pubblicato da Zanichelli e curato da Paola Tiberii, ricercatrice linguistica e lessicografica. Presentato per la prima volta nel 2012, nel 2018 è uscito con una seconda edizione completamente rivista e aggiornata, che trovate nel Kindle Store di Amazon all’ottimo prezzo di 9,99 € (per gli irriducibili del cartaceo, il prezzo sale a 27 €).

Si tratta di uno strumento utilissimo, fondamentale per arricchire un testo evitando aggettivi banali di cui spesso si abusa – pensate a quante volte vi siete limitati a definire un film bello, quando avreste potuto descriverlo come avvincente, brillante, originale, toccante – e i soliti verbi ausiliari (ebbene sì, c’è vita oltre essere e avere). Attestate più dall’uso che da regole vere e proprie, alcune collocazioni non sono legate da un nesso logico, ma sono comunque di facile comprensione perché evocano un’immagine che rende bene l’idea, come nel caso di “appianare una lite” o “lanciare un appello”. Al pari dei sinonimi, che in traduzione sono spesso alleati preziosi, le collocazioni ci permettono di rendere giustizia alla varietà lessicale della nostra lingua. E con le quasi 200.000 voci presenti nel dizionario di cui vi abbiamo parlato, trovare quella giusta sarà un gioco da ragazzi.

Avatar

admin