Maggio 11 2021 0Comment

Improvvisare o pianificare?

“Perché accettate solo incarichi circoscritti a determinati ambiti e non spaziate, buttandovi?”

Questa è una domanda che ci sentiamo rivolgere spesso e alla quale rispondiamo che preferiamo muoverci nei settori in cui abbiamo esperienza o nei quali comunque possiamo garantire un certo standard qualitativo, al meglio delle nostre possibilità.

Il concetto di “buttarsi” non è mai stato troppo nelle nostre corde, non tanto per timore, perché un paracadute lo si appronta sempre, quanto per non accumulare esperienza a scapito dei clienti o di chi prende in mano e rivede i nostri lavori dopo la consegna.

Ci piace avere a che fare con committenti che rispettino il nostro lavoro, e questo è un obiettivo che spesso si guadagna con fatica, ma proprio perché siamo consapevoli della sua importanza, cerchiamo sempre di ricambiare con la stessa moneta.

Sì, talvolta questo vuol dire rifiutare dei lavori o imboccare una determinata strada in ritardo rispetto alle aspettative, ma non importa. Preferiamo metterci più tempo, ma essere soddisfatti dei servizi che proponiamo, e vogliamo che lo siano anche i nostri clienti e i nostri partner.

Per questo dedichiamo molta cura anche ai minimi dettagli in tutte le attività che intraprendiamo e in tutte le offerte con cui ci affacciamo all’esterno, anche e soprattutto in materia di formazione.

Dietro alla proposta di un corso o di webinar, ad esempio, c’è sempre un lavoro di cesello: iniziamo scegliendo con attenzione l’insegnante ideale assicurandoci che abbia una specializzazione comprovata nel settore in questione, e poi mettiamo a punto il programma più adatto, perché chi si iscrive deve poter fruire di contenuti validi e sentire di essere seguito e formato, entro i limiti imposti dalle varie formule e durate.

A quel punto, se non lo abbiamo già perché la figura individuata fa parte della nostra rete, stabiliamo un contatto, che spesso e volentieri ci fa stringere rapporti grazie a cui riusciamo a conoscere anche la persona che sta dietro a chi traduce. Ed ecco il vero valore aggiunto per WiP, che si ostina ancora a imboccare la strada della passione per il proprio lavoro.

Il lupo perderà il vizio, prima o poi? Malgrado la fatica, noi ci auguriamo di no.

Avatar

admin